Descrizione

REGOLAMENTO

per la fornitura di libri di testo in comodato gratuito

(Delibera del Consiglio di Istituto n. 5 del 06/07/2015)

 

Visto l’art. 1, comma 628, L. 269/2006

Visto l’art. 6, comma 2, D.L. 104/2013

Vista la nota M.I.U.R. prot. n. 3271 del 25/02/2015 con la quale viene comunicata all’Istituto l’assegnazione di € 1.184,90 per l’acquisto di libri da destinare a comodato d’uso

 

il Consiglio di Istituto dell’I.C. Sarzana ISA 13 approva il seguente regolamento per la fornitura di libri in comodato gratuito.

 

Art. 1 – Campo di applicazione

Il presente regolamento si applica, in conformità alla normativa vigente in materia sopra richiamata, agli studenti iscritti e frequentanti la scuola secondaria di primo grado i cui genitori facciano richiesta di comodato gratuito di libri di testo in quanto famiglie che presentano un valore I.S.E.E. (Indicatore Situazione Economica Equivalente), calcolato con riferimento ai redditi dell’anno 2014, pari o inferiore ai limiti di reddito per l’esonero dal pagamento delle tasse scolastiche per l’a.s. 2015/2016, come da nota M.I.U.R. prot. n. 1647 del 25/02/2015 riportata in calce al presente regolamento.

Gli alunni in base al reddito suddetto saranno collocati in graduatoria fino alla concorrenza della predetta compatibilità finanziaria.

A parità di valore I.S.E.E. si valuterà il merito scolastico in base al risultato dell’a.s. 2014/2015.

 

Art. 2 – Utilizzo dei fondi

Il finanziamento assegnato dal M.I.U.R. con la nota citata sarà utilizzato dall’Istituto per l’acquisto dei testi adottati e obbligatori, che verranno consegnati all’allievo in uso esclusivo, e, in misura residuale, per l’acquisto di dizionari, testi o materiali anche multimediali assimilabili ai manuali da utilizzarsi da parte dello studente.

La normativa vigente in materia di procedura di acquisto di forniture di beni e servizi prevede l’obbligo – a carico dell’Istituto – di esperire indagine di mercato su MEPA/CONSIP e, solo laddove detti beni non siano ivi reperibili, di procedere ad individuare sul libero mercato almeno n. 3 operatori economici da invitare a gara.

La gara verrà aggiudicata al prezzo complessivo più basso; a parità di offerta risulterà aggiudicatario il concorrente che offrirà gratuitamente all’Istituto materiali aggiuntivi (stampe, materiale didattico, cancelleria…).

 

Art. 3 – Materiali didattici

L’Istituto procederà all’acquisto dei seguenti materiali didattici, elencati non in ordine di priorità:

  • manuali regolarmente adottati e materiale didattico, anche multimediale, che, per contenuti e caratteristiche, sia destinato prioritariamente ad un uso pluriennale (in subordine, annuale)
  • vocabolari e altro mateiale di supporto alla didattica

 

 

Art. 4 – Modalità di esecuzione del comodato

  • Il presente regolamento viene pubblicato sul sito web dell’Istituto.
  • Le famiglie degli studenti possono presentare domanda di accesso al comodato d’uso se si trovano nelle condizioni previste dall’art. 1 del presente Regolamento. L’eventuale rinuncia successiva all’attribuzione dovrà essere inoltrata per iscritto alla Segreteria dell’Istituto.
  • Il comodatario si impegna per iscritto a custodire i testi con diligenza, senza prestarli ad altri o deteriorarli in alcun modo, fatto salvo il solo effetto dell’uso. Perciò non sono ammesse sottolineature (se non a matita), abrasioni, cancellature, annotazioni o qualsiasi altro intervento atto a danneggiare l’integrità del libro.
  • Al comodatario verrà concessa la facoltà di trattenere i manuali scolastici fino al termine del periodo d’uso didattico.
  • Prima di ritirare i libri è necessario effettuare un versamento sul c.c.b. dell’Istituto – a titolo di cauzione – pari a € 5,00 per ogni testo assegnato, per un importo – a carico di ogni singolo alunno – che non potrà superare complessivamente, nell’anno scolastico, € 80,00. Detta somma verrà restituita alla famiglia al termine del periodo d’uso, dopo la riconsegna di tutti i libri concessi in comodato, se non danneggiati.
  • A conclusione del periodo d’uso, gli studenti potranno riscattare i testi loro affidati per un importo totale pari al 45% del prezzo di acquisto.
  • I libri saranno consegnati da parte dell’Istituto agli studenti all’inizio dell’anno scolastico o, comunque, entro una settimana dal giorno in cui l’Istituto ne avrà la disponibilità.
  • Sarà predisposta una scheda per ogni allievo in cui verranno annotati i testi dati in comodato, contraddistinti dal codice ISBN, la data di consegna e di restituzione, firmata dai genitori degli studenti. Alla scheda verrà allegata la relativa dichiarazione dei genitori di assunzione di responsabilità per la corretta conservazione dei testi.
  • Tutti i testi saranno inseriti in apposito registro.
  • Agli allievi iscritti dopo l’inizio dell’a.s. verranno consegnati i libri di testo solo se ancora disponibili.

 

Art. 5 – Risarcimento danni

1) In caso di omessa restituzione o nel caso in cui uno o più testi risultassero danneggiati, l’Istituto, ai sensi degli artt. 1803 e segg. c.c., addebiterà – a titolo di risarcimento – allo studente e alla sua famiglia l’importo pari al prezzo di acquisto del testo, per il primo anno di vita del libro, e pari al 50% del prezzo di acquisto per i successivi anni di vita del libro.

2) Saranno considerati danneggiati, e quindi inservibili, anche i testi sottolineati a penna e/o evidenziati. Il giudizio sullo stato dell’usura sarà insindacabilmente espresso dal personale incaricato.

3) La mancata restituzione dei testi nei termini previsti o il mancato rimborso dei danni comporteranno l’esclusione dello studente dall’accesso al medesimo servizio per l’a.s. successivo.

4) In caso di mancato pagamento di quanto stabilito nel presente regolamento, si applica la vigente normativa in materia di tutela del patrimonio pubblico.

 

Art. 6 – Termini di restituzione

  • I libri dovranno essere restituiti all’Istituto a conclusione del periodo d’uso didattico (di norma i primi giorni di giugno) secondo le indicazioni formite con apposita circolare interna e, comunque, non oltre il 20 giugno.
  • Gli allievi non promossi che si iscrivono nuovamente nella stessa sede potranno trattenere i libri che risulteranno in adozione anche per il successivo anno scolastico; in caso contrario, dovranno restituirli entro il 20 giugno.
  • In caso di trasferimento ad altro Istituto in corso d’anno, lo studente è tenuto alla restituzione dei libri in comodato prima del rilascio del nulla-osta.
  • In caso di cambio di sezione in corso d’anno, lo studente è tenuto alla restituzione dei testi non adottati nella sezione di destinazione.
  • Nel caso in cui un alunno si ritiri durante l’a.s., i testi dovranno essere riconsegnati al momento del ritiro.

 

Art. 7 – Commissione comodato.

  • E’ istituita la Commissione comodato dei libri così costituita:
    1. dal Dirigente scolastico o da un suo delegato con compiti di presidenza e coordinamento
    2. dal Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi o da un assistente amministrativo da questi delegato
    3. da un collaboratore di presidenza designato dal Dirigente scolastico
    4. da un docente designato dal Dirigente scolastico
    5. da un rappresentante della componente genitori designato dal Consiglio di Istituto
  • La Commissione, da rinnovare ogni anno:
    1. elabora il piano di attuazione da presentare al Consiglio di Istituto e al Collegio docenti in riferimento alle correlate disponibilità finanziarie
    2. coordina le procedure per l’erogazione del comodato attraverso la compilazione della graduatoria degli aventi diritto
    3. elabora i dati per la valutazione finale
    4. valuta, su richiesta del Gruppo di riferimento, la non corretta conseervazione dei libri per l’applicazione delle penali di cui all’art. 5
  • Il Gruppo di riferimento, coordinato dal Direttore S.G.A. con la collaborazione di un docente membro della commissione e del personale ATA:
    1. compila il registro dei testi in comodato d’uso
    2. distribuisce i testi
    3. compila gli elenchi
    4. ritira i testi
    5. ne verifica lo stato di conservazione e segnala alla Commissione la necessità di avviare la procedura risarcitoria di cui all’art. 5
    6. restituisce la cauzione

 

Art. 8 – Destinazione risorse

Le risorse economiche derivanti da risarcimento per danneggiamento verranno utilizzate per l’acquisto di libri da destinare al servizio di comodato.

 

Approvato con delibera del Consiglio di Istituto n. 5 del 06/07/2015

 

                                                                                                                              Il Dirigente Scolastico

                                                                                                                     Prof.ssa Clementina Petillo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nota MIUR prot. n. 1647 del 25/02/2015

 

I limiti massimi di reddito, ai fini dell’esenzione dalle tasse scolastiche, sono rivalutati, per l’anno scolastico 2015/2016, come dal seguente prospetto:

Per i nuclei familiari formati dal seguente numero di persone Limite massimo di reddito per l’anno scolastico 2014/2015 riferito all’anno d’imposta 2013 Rivalutazione in ragione dello 0,6% con arrotondamento all’unità di euro superiore Limite massimo di reddito espresso in euro per l’a.s. 2015/2016 riferito all’anno d’imposta 2014
1 5.251,00 32,00 5.283,00
2 8.708,00 52,00 8.760,00
3 11.192,00 67,00 11.259,00
4 13.367,00 80,00 13.447,00
5 15.540,00 93,00 15.633,00
6 17.612,00 106,00 17.718,00
7 e oltre 19.680,00 118,00 19.798,00